osx

You are currently browsing articles tagged osx.

logo-appleHo scritto un semplice script per mostrare e nascondere i file normalmente invisibili al Finder.

Si avvale del comando defaults che permette di leggere, scrivere ed eliminare le impostazioni utente di OSX.

Come riporta il manuale:

Le applicazioni di Mac OS X ed altri programmi usano il sistema dei defaults per memorizzare le preferenze utente ed altre informazioni che devo essere mantenute quando l’applicazione non è in esecuzione (ad esempio i caratteri di default per un nuovo documento o la posizione delle finestre ecc.).
Alcune impostazioni sono accessibili dalle Preferenze di sistema, ma altre no.

Il Finder non fa eccezione, ed una delle impostazioni accessibili solo attraverso defaults, è AppleShowAllFiles, che definisce appunto se mostrare o nascondere i file invisibili.

Per visualizzare l’impostazione corrente possiamo digitare da terminale:

defaults read com.apple.finder AppleShowAllFiles

Che ci restituirà rispettivamente 0 o 1 se è impostato per nascondere o per mostrare i file invisibili.

Detto questo lo script è banale.

[c]
#!/bin/sh

CURRENT=`defaults read com.apple.finder AppleShowAllFiles`
case $CURRENT in
0)
OPTION=’YES’
;;
1)
OPTION=’NO’
;;
*)
OPTION=’NO’
;;
esac

defaults write com.apple.finder AppleShowAllFiles -boolean $OPTION
killall Finder
echo “Riavvio il Finder…”
[/c]

Tags: , ,

MacBook

scatola-macbook.jpg

Ho sempre avuto un debole per il Mac. L’ho usato secoli fa ai tempi del Quadra, e lo desideravo da tempo.

Finalmente mi sono deciso e ho preso un MacBook, quello di mezzo.

Tempo 2 giorni e sono diventato QuickSilver dipendente. 🙂

Tags: ,

Dato che WikidPad merita davvero, mi sono preso un pochino di tempo per descriverlo più degnamente della volta scorsa ;-).

Wikipad screenshotCome recita l’homepage:
wikidPad e’ un programma simil wiki per archiviare pensieri, idee, elenchi di cose da fare, contatti o qualsiasi altra cosa ti venga in mente di scriverci.

Del wiki prende in prestito la filosofia, ma perde il carattere di strumento collaborativo essendo essenzialmente un programma per la gestione di informazioni personali.

Le caratteristiche:Wikidpad views

  • Collegamento al volo alle WikiWord (mentre si digita)
  • Autocompletamento delle WikiWord
  • Navigazione semplice delle WikiWord
  • Collegamento di immagini
  • Stili nel testo del Wiki
  • History delle WikiWord
  • Attributi del documento Wiki
  • Viste dinamiche
  • Treeview
  • Elenco Todo
  • Ricerca incrementale
  • Ricerca e sostituzione
  • Salvataggio automatico
  • Export in HTML
  • Tutti i dati sono memorizzati in testo puro
  • URL e collegamento a files
  • Intuitive scorciatoie da tastiera
  • Include un completo Wiki di aiuto

E’ uno strumento molto potente e molto utile anche se con una certa curva di apprendimento.
Le caratteristiche sono numerose e le possibilità offerte veramente tante.

Wikidpad tags
Una caratteristica interessante è la possibilità di creare delle viste dinamiche sulle pagine di informazioni inserite in wikidpad.
Possiamo attribuire alle pagine dei tag (anche multilivello), ad esempio:

[dafare.acasa: Urgente]

Un’altra caratteristica interessante è la possibilità di eseguire del codice python ,

  • inline
  • incorporato nella pagina stessa
  • importato da altre pagine

Ancora, può essere esteso, sempre in python sfruttando opportuni files preposti alle user-extensions.

Opensource, in python, multipiattaforma, standalone, puoi portartelo pure appresso su penna usb!

Scaricabile da qui!
Davvero consigliato! 😉

Tags: , , , ,

WikidPad

Come recita l’homepage:
WikidPad è un programma simil wiki per archiviare pensieri, idee, elenchi di cose da fare, contatti o qualsiasi altra cosa ti venga in mente di scriverci.

Del wiki prende in prestito la filosofia, ma perde il carattere di strumento collaborativo essendo essenzialmente un programma per la gestione di informazioni personali.
Opensource, in python, multipiattaforma, standalone, puoi portartelo pure appresso su penna usb! 😉

Tags: , , , ,

PostgreSqlPostgreSQL 8.1 contiene piu’ di 120 tra nuove caratteristiche e miglioramenti contribuiti da quasi 200 sviluppatori.

Tra queste ci sono:

Nuove caratteristiche avanzate di database
Roles, IN/OUT Parameters, Two-Phase Commit (2PC).

Performance migliorate
Improved Multiprocessor, Bitmap Scan, Table Partitioning, Shared Row Locking.

Caratteristiche aggiuntive
GiST, COPY Refactoring, 64-bit Shared Memory, Integrated Autovacuum, Faster Aggregates, Adminstration Functions, Compatibility Functions.

Informazioni esaustive sulle nuove caratteristiche possono essere trovate qua:
http://www.postgresql.org/docs/current/static/release.html#RELEASE-8-1

PostgreSQL 8.1.0 puo’ essere scaricato dalle seguenti posizioni:

FTP Mirrors
http://www.postgresql.org/ftp/latest/

Bittorrent
http://www.postgresql.org/download/bittorrent

Windows Installer
http://www.postgresql.org/ftp/binary/v8.1.0/win32

Other Binaries, including Linux, Mac OSx and Solaris
http://www.postgresql.org/ftp/binary/v8.1.0/

Sourceforge
http://sourceforge.net/projects/pgsql

Tags: , , , , ,

Newer entries »